Chiedimi scusa – Eve Ensler

Eve Ensler, abusata dal padre dall’età di cinque anni, scrive per se stessa la lettera di scuse che lui non le ha mai mandato.

“Piangevi e piangevi come se provassi una qualche perdita antica e primordiale”.

E se il vostro aguzzino vi chiedesse scusa
quali parole userebbe?

Quello di Eve Ensler è un viaggio doloroso.
Dopo la morte del padre, che l’ha stuprata, ne ha abusato e reso la vita un inferno denso di violenze psicologiche, Eve presta la voce e la penna alla figura del padre e ripercorre la sua vicenda alla ricerca delle scuse, mai possibili, per il male vissuto.

Eve ripercorre gli abusi subìti attraverso la voce di un padre, torna sui passi di un dolore che è figlio della più ignobile delle sofferenze, quella inflitta da chi ti ha messo al mondo.

“Quindi ti resi sbagliata e cattiva. Ti feci credere cose di te che non erano mai state vere”.

La voce dell’uomo, che di umano non ha nulla, narra lo sgretolarsi della figlia, anno dopo anno, sotto i suoi occhi e a causa del suo perverso piano di distruggerla, proprio perché brava a resistere a quei duri colpi che lui e la vita le infliggevano.

“Ma perfino alla tua giovane età, rompevi i ranghi e non volevi marciare. Nonostante fossi spezzata, confusa e dubbiosa, in qualche modo mi mettevi in discussione e reagivi”.

Non è una lettura da poco, poi Eve essendo una celebre drammaturga riesce a mettere in scena con le parole il dramma e a fartelo vivere nella mente, proprio come se fosse tuo.

In effetti è tuo.
In effetti è nostro.

Sapete, leggendo il libro non ho potuto fare a meno di chiedermi quale ruolo abbiano le madri in tutto questo.
Mi chiedo se sono vigili, se riescono a vedere il mostro che hanno accanto, se hanno sempre la forza e la possibilità di indagare e correre in soccorso delle proprie figlie.
E a voi chiedo, donne e mamme (perché in questo caso si tratta di violenza da parte del padre sulla figlia ma l’orrore ha mille volti) ve ne accorgereste?
C’è un modo per capire?

Una lettura essenziale.
Tropo che debba essere un testo di approfondimento per tutte le mamme perché spalanca una botola anche sulla violenza psicologica, ancora troppo sottovalutata, che comunque si consuma sotto i loro occhi.
E allora, se avete fatto la minchiata di sposare un mostro, e avete fatto la doppia minchiata di farci un figlio, abbiate almeno il coraggio di lottare.

Le  violenze sessuali subite prima dei 16 anni sono pari al 10,6% del totale (considerate sia le forme più lievi sia le più gravi, sia quelle accadute in ambiente familiare che al di fuori della famiglia). Le donne che hanno subito violenza fisica da parte del padre sono il  4,7% di chi ha subito violenza prima dei 16 anni,  mentre  quelle che hanno subito violenza agita dalle madri costituiscono il 3,3%

(ISTAT https://www.istat.it/it/violenza-sulle-donne/il-fenomeno/violenza-dentro-e-fuori-la-famiglia/fattori-di-rischio ).

Quando si leggono i dati, spesso si commette) l’errore di guardare ai numeri come qualcosa di inanimato e privo di vita, ma provate a chiedervi: e se in quel 4,7% o 3,3% ci fossero mia figlia mio figlio e non me ne sto accorgendo?

Il mostro non è sotto al letto, spesso è dentro il tuo stesso letto, nella tua stessa cucina, i suoi calzini si mischiano con i tuoi in lavatrice.

È fondamentale essere presenti nella propria vita è in quel dei propri figli, è fondamentale osservarli e capire, indagare.

E sì, è fondamentale leggere.
Leggete questo libro, leggete i libri che trattano quegli argomenti di cui non avete ancora il coraggio di parlare e vedrete che dopo capirete di non essere sole e il coraggio vi verrà.

Ci verrà.


«Così sono sopravvissuta agli abusi di mio padre» ha dichiarato Eve Ensler in un’ intervista pubblicata su Donna Moderna quando è stato pubblicato il suo libro. ( https://www.donnamoderna.com/news/cultura-e-spettacolo/eve-ensler-chiedimi-scusa )

La nota drammaturga e attivista, è tra le voci femministe più autorevoli e importanti al mondo, conosciuta soprattutto per il libro, da cui è stata tratta l’opera teatrale “i monologhi della vagina”.

Eve Ensler è una delle 150 donne che hanno cambiato il mondo secondo Newsweek e una delle 100 donne più influenti secondo il Guardian. Scrittrice e attivista statunitense, i suoi libri sono tradotti in 50 paesi e le sue opere teatrali rappresentate in 140.

Editore:Il Saggiatore

Anno edizione: 2019

In commercio dal: 3 ottobre 2019

Pagine: 112

Leave a reply