L’ho creduto sin da bambino – Lisette Schuitemaker

Le 5 convinzioni limitanti che ci portiamo dietro dall’infazia.

Non mi volevano davvero, non valgo abbastanza, è sempre colpa mia, devo avere il controllo su tutto e imparare a essere come gli altri se voglio essere accettato.

E se fosse il libro a leggere noi?! Sono certa che accada con tutti i libri ma con questo saggio psicologico accade fortemente e un po’ di più. Un libro di che con semplicità e dolcezza ci conduce alla scoperta delle cinque convinzioni limitanti che ci portiamo dietro dall’infanzia.Perché è importante leggere questo libro?! Perché non si può versare nuova vita e strabordare felicità se non ci liberiamo dal passato – travisato e limitante – che ci portiamo dietro da quando eravamo bambini.

Lisette Schuitemaker ci mostra le cinque convinzioni limitanti che ci portiamo dietro dall’infanzia. Leggendolo, viene istintivo chiedersi come faccia l’autrice a sapere che di tanto in tanto abbiamo bisogno di fiondarci sul cioccolato, o che impazziamo appena abbiamo la percezione che gli altri sappiano qualcosa di cui noi siamo all’oscuro, o quanto forte desideriamo, senza confessarlo nemmeno a noi stesso, che gli altri ci apprezzino per ciò che siamo.

Le convinzioni maturate durante l’infanzia rispecchiano le nostre più grandi doti; proprio nella parte di noi in cui ci sentiamo più insicuri si nascondono i nostri tesori e doni più preziosi.

Tuttavia, quello che ci portiamo dietro è un fardello ricco di convinzioni maturate durante l’infanzia, e che hanno a che fare col nostro valore e il posto che occupiamo nel mondo.

Sulla base di esperienze dolorose avute nei nostri primi anni di vita, spesso sviluppiamo convinzioni difficili da sradicare che inevitabilmente ci portano a nascondere una parte della nostra bellezza interiore, negandoci la possibilità di offrire il tuo intimo, unico e prezioso contributo al mondo.

In questo libro, Lisette Schuitemaker ci aiuta a riflettere su una questione molto delicata: ciò che pensiamo non sempre corrisponde alla verità.

Le voci interiori a volte possono essere ostinate ma i pensieri sono solo pensieri e tali devono restare, soprattutto quando a formularli è un bambino che si sente incompreso e pensa di non essere mai abbastanza buono, bravo o meritevole.

Credere a tutto ciò che ci passa per la testa è una scelta, e questo libro ci inizia proprio ad un percorso di riconoscimento dei pensieri e delle convinzioni limitanti che non ci permettono di esprimere liberamente il nostro potenziale. Fa luce sull’oscuro dialogo interiore negativo che si nasconde dietro a ciascuna delle cinque convinzioni, da dove derivano e, soprattutto, come capovolgere i pensieri infantili per dare finalmente inizio a una vita libera e consapevole.

Un libro che mi ha fatto molto riflettere, che mi ha aiutata a far luce su molti punti oscuri della mia vita. Farlo non è mai semplice ed indolore, ecco perché i libri, quelli dolci e “buoni” per stile e contenuto, sono l’unico vero aiuto. Felice di aver collaborato ancora una volta con Edizioni AMRITA, realtà editoriale che si propone di rendere il mondo un posto migliore e, mio avviso, ci riesce davvero bene.

Lisette prima di scrivere libri sulla crescita personale e spirituale, possedeva e gestiva un’agenzia di comunicazione che ha venduto con successo e aveva uno studio privato come life coach. Il suo precedente libro The Eldest Daughter Effect – How Firstborn Women Harness Their Strengths è stato anche l’argomento del suo TEDx Talk.

Lisette ama lavorare nel campo dell’espansione e della trasformazione della coscienza. Fino a poco tempo fa, è stata presidente del consiglio di amministrazione del Centro per l’emergenza umana nei Paesi Bassi e della Fondazione Findhorn in Scozia, dove è stata anche direttore della succursale New Findhorn Directions. È un’investitrice informale e attiva in imprese sociali pioniere come Impact Hub Amsterdam e Ubiquity University.

È una nota relatrice a conferenze ed eventi e collabora regolarmente con programmi radiofonici e podcast.

Ha conseguito un master presso l’Università di Leiden, nei Paesi Bassi, dove ha effettuato studi classici, e in seguito ha conseguito una laurea in Scienze curative negli Stati Uniti.

Vive ad Amsterdam con il suo compagno, il pittore Jos van Merendonk.

Le Edizioni Amrita sono nate nel 1986 con il nome di Edizioni Arista. Il marchio del soffione e la dicitura che lo accompagna, “un soffio di luce”, si riferiscono ad un’antica meditazione di tradizione essena: in essa si visualizzava giust’appunto questo fiore semplice, che cresce ovunque, a tutte le latitudini, proiettando mentalmente su ognuno dei piccoli semi una delle qualità di cui maggiormente aveva (e ha) bisogno il pianeta: pace, tolleranza, bellezza, intelligenza, amore incondizionato, eccetera. La visualizzazione veniva poi “soffiata via”, e continuava così: i piccoli semi circondavano il pianeta, ognuno foriero della sua qualità positiva e di trasformazione, e poi scendevano nei punti in cui quella qualità era particolarmente carente.
In questo simbolo è contenuta tutta la ragion d’essere della casa editrice: i semi luminosi, sono i mille insegnamenti presenti nelle tante tradizioni spirituali di questo pianeta, capaci di insegnare e di infondere quelle qualità di cui oggi l’umanità ha tanto bisogno. Il compito della casa editrice è di diffonderli a modo suo: attraverso i libri, gli incontri, il suono, le immagini, offrendo quante più opzioni possibili ai sinceri ricercatori di una via spirituale.
Originariamente concepita come un’opera di volontariato, la casa editrice è cresciuta in fretta, obbligando i suoi fondatori a lasciare il loro precedente lavoro e a diventare di fatto editori di professione.

Leave a reply